Israele si prepara a tornare al voto: il Governo scioglie la Knesset

RITA MIRCHIONI | Il Premier israeliano Naftali Bennett ed il Ministro degli Esteri Yair Lapid hanno annunciato che tra qualche giorno il Parlamento voterà sullo scioglimento della Knesset. Se il voto dovesse passare Lapid sarebbe nominato Primo Ministro ad interim, traghettando così il Paese verso nuove elezioni. L’ex leader Natanyahu sogna intanto il ritorno.

La comunicazione interculturale e la diminuzione dell’incertezza nei negoziati internazionali

MASSIMO ANTONAZZI & DONATELLA DANIELA ACQUATI | Il negoziato è una attività ineliminabile per ogni individuo sia nell’ambito delle relazioni istituzionali che nelle relazioni sociali e personali. Esso può essere definito come il processo attraverso il quale due o più parti, che non sono in grado o non vogliono prevalere una sull’altra, tentano di raggiungere un accordo.

La ricostruzione in Siria – Intervista a Lorenzo Trombetta a cura di Beatrice Gori

Il 15 marzo 2021 ricorre il decimo anniversario dall’inizio delle proteste contro il regime di Bashar al-Assad e lo scoppio della guerra. Il conflitto non è oggi ancora concluso e la Siria vede sul suo territorio la presenza di numerose forze statuali e non statuali. Con Lorenzo Trombetta - corrispondente da Beirut per ANSA e collaboratore di Limes, Rivista Italiana di Geopolitica - cerchiamo di capire cosa significa parlare di ricostruzione in Siria e quali sono le principali criticità da considerare.

North Kivu: Old Forces Resurface and New Forces Threaten the Stability and Geopolitical Balance

In North-Kivu, a region in eastern Congo along the border with Uganda, the level of violence escalated during the past few weeks. What elements are destabilizing the geopolitical balance of the region? The area traditionally suffers from the presence of numerous armed groups, widespread poverty, the race to exploit the land’s natural resources, and new cases of Ebola virus. This article aims to underline the new factors that play a major role in the current North Kivu.

Giustizia inefficiente e corruzione, barriere nazionali contro i capitali esteri nel post-Brexit

Considerati i risultati del referendum inglese del 23 giugno e la probabile uscita del Regno Unito dall'Unione Europea, gli altri paesi UE sembrerebbero muoversi sotto la spinta della competizione per attrarre capitali delle grandi società in fuga dall'isola, dove il futuro economico e commerciale sarà in prospettiva caratterizzato da una estrema incertezza, condizione che in... Continue Reading →

Sito con tecnologia WordPress.com.

Su ↑