USA-Israele: l’”Accordo del Secolo” in nome di un legame biblico

Nell’anno delle elezioni per la corsa alla Casa Bianca, il Presidente Trump ha firmato il 28 gennaio 2020, insieme al Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, la nuova strategia americana per il Medio Oriente o, per meglio dire, un accordo per la soluzione al conflitto israelo-palestinese. Il testo, acclamato come l’“Accordo del Secolo”, prevede il riconoscimento ufficiale da parte degli USA dei territori occupati da parte di Israele nel 1967 in seguito alla Guerra dei Sei Giorni.

Il nuovo hub geopolitico nel conflitto russo-ucraino: il Mare d’Azov

La tensione mai sopita fra Russia ed Ucraina si arricchisce oggi di nuovi scenari. Dopo le plateali manovre in Crimea del 2014 che hanno visto nell’arrivo dei carri armati russi a Sebastopoli la loro epitome, lo scacchiere geopolitico di questa drole de guerre sembra oggi essersi spostato dalle sconfinate pianure della steppa euro-asiatica ad una... Continue Reading →

La geopolitica nordamericana nel “giardino di casa”: Parallelismi tra la strategia nel Cile di Allende e in Venezuela

ll Sud America è di nuovo in primo piano nell’agenda mediatica internazionale. I meccanismi geopolitici degli USA verso il countryard sono usciti alla luce del sole. Ciò che sta accadendo nel Venezuela di oggi somiglia molto al Cile del 1973, paese sconvolto proprio in questi giorni da una grave crisi sociale a cui il governo Piñera ha risposto duramente.

La questione del Kashmir ai tempi della Belt and Road Initiative (BRI)

Dopo l’attentato terroristico del 14 febbraio scorso, la tensione nella regione del Kashmir ha nuovamente raggiunto livelli pericolosi. Alla tradizionale contesa nella regione si uniscono però anche le frizioni legate alla realizzazione del China-Pakistan Economic Corridor (CPEC), il cui tragitto passa necessariamente nel territorio conteso, rendendo la situazione ancora più critica.

Dentro la Russia: Costituzione e altro

Capire la struttura di base dell’amministrazione russa è fondamentale per comprendere la distribuzione dei poteri all’interno, delinearne i limiti e le possibili implicazioni con le scelte di politica estera. Si riassumono a tale scopo in queste brevi righe i tratti fondamentali degli apparati della Federazione Russa.

Il Gigante Pacifico: la difficile strategia della sicurezza tedesca, tra remore storiche e tagli di bilancio

La recente indecisione della Germania ad assumersi le responsabilità della propria potenza non trova riscontro migliore che nella sua politica militare. La carenza di fondi dedicati alle forze armate rende il Paese incapace di stare al passo con le sfide future e rischia di trasformarlo, nel breve termine, in un partner scomodo per le operazioni militari internazionali.

Fornito da WordPress.com.

Su ↑